avanti 23/03/2010 - Nasce SISTRI, la nuova gestione dei rifiuti

 Il 14 gennaio 2009 è entrato in vigore il  nuovo Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti denominato “SISTRI”, normato dal Dm 17 dicembre 2009, “Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, ai sensi dell'articolo 189 del decreto legislativo n. 152 del 2006 e dell'articolo 14-bis del decreto-legge n. 78 del 2009 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 102 del 2009”.

La finalità del SISTRI è quella di sostituire il sistema di rilevazione dei dati sul ciclo di gestione rifiuti, da un sistema cartaceo - imperniato sui tre documenti costituiti dal Formulario di identificazione dei rifiuti, Registro di carico e scarico, Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) – ad una soluzione tecnologicamente avanzata in grado, da un lato, di semplificare le procedure e gli adempimenti con una riduzione dei costi sostenuti dalle imprese e, dall’altro, di gestire in modo innovativo e più efficiente, e in tempo reale, un processo complesso e variegato che comprende tutta la filiera dei rifiuti, con garanzie di maggiore trasparenza e conoscenza.

Il sistema verrà gestito dal Comando Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente che saranno quindi in grado di monitorare in tempo reale non solo la produzione e lo smaltimento dei rifiuti ma anche il loro percorso. I mezzi adibiti al trasporto dei rifiuti verranno dotati di un sistema di rilevamento GPS-GPRS che permetterà al sistema di tracciare tutti i percorsi fatti dai mezzi sui quali i rifiuti vengono caricati.

Le aziende per poter utilizzare il sistema SISTRI, dovranno disporre di un PC dotato di connessione internet e stampante, della chiavetta USB (fornita dal ministero), mentre i mezzi di trasporto dovranno esser dotati di una Black-Box (fornita dal Ministero) con funzione di monitorare il percorso.

Modalità di iscrizione

Si deve compilare il modulo di iscrizione al Sistri N°1, tramite procedura:

·                online (tramite l'apposito portale, www.Sistri.it);

·                via fax (numero verde 800 05 08 63);

·                telefonicamente (numero verde 800 00 38 36).

·                via mail

Si ricorda che entro 48 dall’iscrizione il sistema comunicherà il numero di pratica per il pagamento del contributo; dato le possibili problematiche di accesso al sito per l’evidente affollamento è meglio affrettare l’iscrizione anche in funzione del pagamento.

Contributo di iscrizione

Il decreto prevede il versamento del contributo annuale di iscrizione, tale contributo deve essere versato alla prima iscrizione e poi annualmente ENTRO IL 31 GENNAIO di ogni anno.

L’ammontare del contributo varia in funzione del tipo di gestione del rifiuto (produzione, trasporto, recupero, smaltimento, etc) e della quantità di rifiuto.

 Consegna dispositivi elettronici

·                I dispositivi elettronici che verranno consegnati presso le CCIAA di appartenenza sono:

·                Dispositivo USB (per tutti), consente di accedere al Sistri, di trasmettere i dati, di firmare   elettronicamente le informazioni e di memorizzarle;

·                Black box da installare tramite officina autorizzata su ciascun veicolo che trasporta rifiuti;

·                Discariche: apparecchiature per monitorare l’ingresso in discarica.

 NB. 

Entro il 30 aprile 2010 le imprese che attualmente sono tenute all’invio del MUD devono comunque assolvere tale obbligo per i rifiuti prodotti o gestiti nel 2009.

Per il periodo che va dal 01 gennaio 2010 fino alla operatività del SISTRI entro dicembre 2010 le stesse imprese dovranno comunicare al SISTRI i dati di quel periodo.

 
Recenti modifiche al DM 17 dicembre 2009

Recentemente con la pubblicazione del DM 15 febbraio 2010 sono state apportate alcune modifiche al decreto istitutivo del SISTRI, in particolare sono stati prorogati i termini ultimi per l’iscrizione e per l’entrata in vigore del sistema oltre ad alcune precisazioni riassunte come segue:

 

art.1 - PROROGA DI 30 GIORNI DEI TERMINI DI ISCRIZIONE AL SISTRI

Pertanto i nuovi termini di iscrizione sono i seguenti:

PRIMO GRUPPO
ISCRIZIONE
Fino al 30 marzo 2010
VERSAMENTO CONTRIBUTO
Fino al 30 marzo 2010

DOPPIA GESTIONE CARTACEA ED ELETTRONICA

Dal 13 luglio 2010
al
12 agosto 2010
GESTIONE SOLO ELETTRONICA
SISTRI
Dal 13 agosto 2010
 
CATEGORIE

Produttori iniziali di rifiuti pericolosi con più di 50 dipendenti (ivi compresi i produttori ricompresi nell’articolo 212, comma 8 del Dlgs 152/2006).

Imprese e enti con più di 50 dipendenti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, lett. c), d) e g) (rifiuti da lavorazioni industriali e artigianali, rifiuti da  attività di recupero rifiuti e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti da potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque  e dalla depurazione  delle acque reflue da

di fumi).

Consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti che organizzano la gestione di tali rifiuti per conto dei consorziati a prescindere dal numero di dipendenti.

Imprese e enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento rifiuti, a  prescindere dal numero di dipendenti

Soggetti di cui all’articolo 5, comma 10 del DM che tratta del trasporto intermodale di rifiuti: terminalisti e responsabili degli scali merci a prescindere del numero di dipendenti.

Imprese di trasporto  di rifiuti speciali iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali di cui all’articolo 212, comma 5, che raccolgono e trasportano rifiuti speciali. Compresi i produttori iniziali di rifiuti pericolosi (anche imprese con numero dipendenti fino a 50)che trasportano quantitativi superiori a 30 Kg/Litri al giorno

Commercianti e intermediari di rifiuti

 
SECONDO GRUPPO
ISCRIZIONE
Fino al 29 aprile 2010
VERSAMENTO CONTRIBUTO
Fino al 29 aprile 2010

DOPPIA GESTIONE CARTACEA ED ELETTRONICA

Dal 12 agosto 2010
al
11 settembre 2010
GESTIONE SOLO ELETTRONICA
SISTRI
Dal 12 settembre 2010
 
CATEGORIE

Imprese e enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi che hanno fino a 50 dipendenti (compresi quelli di cui all’articolo 212, comma 8)

Produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, lett. c), d) e g) che hanno fra cinquanta e undici dipendenti

 

Resta invariato il termine di iscrizione su base volontaria.

-Art.3 le ditte che effettuano recupero e smaltimento e che sono produttrici di rifiuti devono iscriversi anche come produttori indipendentemente dal numero di dipendenti.

-Art. 4: le imprese che raccolgono e trasportano rifiuti speciali possono dotarsi di un dispositivo USB per la sola sede legale o in alternativa di un ulteriore dispositivo USB per ogni unità locale e naturalmente di un disposto USB per ogni veicolo A MOTORE che trasporta rifiuti.

-Art. 5. in questo articolo vengono specificate meglio i contributi da versare e le modalità di pagamento.

-Art. 6: viene indicata la possibilità di utilizzo dell'e-mail come mezzo di comunicazione di avvenuta iscrizione

-Art 7: per i rifiuti pericolosi sono modificati i tempi di inserimento dei dati sul SISTRI da 8 a 4 ore per il produttore e da 4 a 2 ore per il trasportatore; per i rifiuti non pericolosi la “scheda movimentazione” va compilata prima della movimentazione stessa.

-Art 10: i moduli di iscrizione sono stati sostituiti da nuovi moduli pubblicati in allegato al nuovo decreto. Sono naturalmente fatte salve le iscrizioni effettuate con i moduli precedenti e presentate entro il 28 febbraio 2010.

-Art. 12 DELEGATO: cambia la definizione di delegato che diventa: "Delegato": il soggetto che, nell'ambito dell'organizzazione aziendale, è delegato dall'impresa all'utilizzo e alla custodia del dispositivo USB, al quale sono associate le credenziali di accesso al Sistema ed è attribuito il certificato per la firma elettronica (…omissis)”.

Pertanto il Delegato non è più il responsabile della gestione rifiuti in azienda, ma solo colui che è addetto all’utilizzo e custodia della chiavetta USB.

 

Fonte:  Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare